top of page

Passato prossimo o imperfetto: quale scegliere??

Anche se hai imparato a memoria tutti i participi passati per usarli nel passato prossimo (Aprire? Aperto. Prendere? Preso. Vincere? Vinto) sei comunque confuso su quando usare il passato prossimo e l'imperfetto in italiano. 

Proviamo a fare un po' di chiarezza e a vedere alcune regole base.

PASSATO PROSSIMO O IMPERFETTO_Lezione di italiano
00:00 / 08:47

Quando usare il passato prossimo e l'imperfetto?

Premessa: il passato prossimo e l'imperfetto si usano sempre per parlare del passato ma riferendosi a due diverse tipologie di azione. 

In generale possiamo dire che:

-Il passato prossimo lo usiamo per indicare un'azione specifica in un tempo specifico (esempio: ieri alle ore 13 ho bevuto un caffè).

-L'imperfetto invece si usa per indicare azioni abituali, quotidiane, di cui non sappiamo quando iniziano e quando finiscono (esempio: La settimana passata ogni giorno dopo pranzo bevevo un caffè).

Dubbio:Quindi se uso il passato prossimo l'azione descritta avviene prima o dopo di quella dell'imperfetto? 

Risposta: il punto non è se avviene prima o dopo ma se conosciamo il tempo preciso o no. 

Tornando all'esempio del caffè, se posso dire che la settimana passata ogni giorno bevevo un caffè, allo stesso tempo posso affermare che il lunedì della settimana passata, alle ore 13, ho bevuto un caffè. In questo caso (ma non sempre!) l'azione è la stessa ma il modo in cui la descrivo cambia, perché nel primo modo sottolineo con l'imperfetto l'abitudine di bere il caffè, nel secondo modo con il passato prossimo sottolineo che l'azione avviene in un orario specifico.

Altre differenza tra imperfetto e passato prossimo

              Imperfetto

Passato prossimo

 

Passato prossimo

Usiamo il passato prossimo per:

-definire un certo periodo di tempo con un inizio e una fine definiti. Esempio: dal 2007 al 2008 ho vissuto in Portogallo. Se invece avessi parlato in generale avrei utilizzato l'imperfetto. Esempio: quando vivevo in Portogallo mi piaceva molto mangiare il bacalhau.

Usiamo l'imperfetto per:

raccontare un evento che è durato nel tempo e che non è finito subito. Esempio: l'anno scorso durante il giorno di natale nevicava molto e  io e i miei amici brindavamo insieme.

Usiamo il passato prossimo per:

indicare azioni concluse e successive. Esempio: per fare la frittata, prima ho rotto le uova, poi ho scaldato la padella con l'olio extra vergine di oliva, e quindi ho versato le uova nel tegame. 

 

Oggi alle sette di mattina ho bevuto un cappuccino!

Quando vivevo a Roma, ogni giorno bevevo un cappuccino!

Passato prossimo